Per usufruire a pieno di tutti i vantaggi legati all’installazione di un impianto a GPL sulla propria auto, è necessario che tutto il lavoro venga fatto in piena sicurezza e senza rischi.

Montare un impianto su un’auto nata con un’alimentazione diversa non è una cosa semplice e deve essere eseguita solo da meccanici competenti ed officine specializzate nel pieno rispetto di tutte le norme di sicurezza.

 

Cosa occorre per installare un impianto GPL?

Per far si che il nostro investimento sia realmente ripagato in termini di denaro, deve essere montata una bombola per omologata. E’ doveroso specificare “omologata” perché tale certificazione viene data solo a bombole per il gas con requisiti specifici.

Bisogna, quindi, fare attenzione a questo piccolo particolare.

Prima di montare la bombola, però, è necessario che sulla macchina vengano fatti tutti i controlli del caso. Ad esempio, bisogna controllare se l’impianto elettrico sia in ottimo stato così come l’impianto di accensione. Ricordiamoci sempre che parliamo di una bombola a gas e, prima di essere installata, occorre che la macchina sia in perfette condizioni. Questi controlli saranno ancora più specifici nel caso di auto ad iniezione diretta.

Oltre ciò, sull’ impianto è necessario installare una valvola di sicurezza che serve ad impedire la fuoriuscita accidentale di gas quando l’auto è ferma e che entra in funzione durante il rifornimento impedendo al serbatoio di riempirsi troppo e quindi di aumentare troppo la pressione all’interno della bombola.

Proprio per aumentare il livello di sicurezza, anche se non c’è bisogno di revisione, è consigliabile ogni 10 anni cambiare il serbatoio del gas.

Nonostante tutti gli accorgimenti del caso, ci sono ancora molte persone che di fronte ad un’auto a GPL o di fronte alla possibilità di risparmiare installando un impianto, sono scettiche e hanno paura che qualcosa possa andare storto.

E’ vero, si tratta sempre di una bombola del gas, ma dobbiamo ricordare che anche la benzina o il diesel sono combustibili infiammabili e che, in caso di problemi, potrebbero

incendiarsi con molta facilità.

Come hai potuto notare, gli standard in materia di qualità sia per le auto a benzina che per quelle a GPL sono molto alti, tutto questo proprio per ridurre al minimo eventuali rischi.

L’importante resta sempre che questo tipo di lavoro venga affidato solo a professionisti del settore e non ad improvvisati che, per pochi spicci, si offrono di montarvi una bombola a gas nel bagagliaio.